Il disordine

Le cartaccie,

il lapis,

le forbici,

la calcolatricie,

le penne,

il borsino,

il quaderno di italiano,

le bottiglie

vuote,

il righello,

un foglio,

un pacchetto di crostini

vuoti,

l’astuccio,

la colla,

il quaderno dei miei pensieri,

la cartellina di tecnica.

 

Io che scrivo buttando giu idee

ed in torno a me,

il silenzio.

 

Questo è il disordine

che ho sotto il banco

e in testa.

 

L. B.

Annunci